Yearly Archives: 2018

Opera Statale di Budapest

Dopo la raccomandazione di diversi amici, ho deciso di fare un viaggio di 3 ore da Vienna per visitare una città che, alcuni decenni fa, era una parte importante dell’Impero austro-ungarico, Budapest. Una città affascinante in cui ogni angolo ha un edificio con mille storie da raccontare. Tra i molti monumenti, abbiamo deciso di visitare un gioiello architettonico e culturale, piccolo ma molto elegante, l’Opera Statale di Budapest. Sotto il dominio degli Asburgo fu autorizzata la costruzione dell’opera di Budapest, che non doveva essere più grande di quella che era a Vienna, la capitale dell’impero. Nonostante le loro ridotte dimensioni, abbelliscono lo spettatore con il loro ingresso lussuoso con raffinate sculture di marmo e legno, tappeti rossi, archi dorati e dipinti classici barocchi sulle pareti e sul soffitto. Una volta che la funzione inizia, ci vuole molto per rimuovere la vista del magnifico soffitto con un lampadario di cristallo per fissare finalmente lo sguardo allo scenario.

Una fiaba!

Mi trovo in una fiaba? In effetti uno potrebbe chiedersi se esiste veramente un posto cosi bello.

Si esiste. Io ci sono stato. E sapete una cosa?

Mentre passeggiavo intorno questo castello e tra i suoi prati mi chiedevo se fosse un sogno. Avete visto il film dello Schiaccianoci e i quattro regni? Ecco, immaginatevi voi dispersi in questo regno.

Se volete provare questa sensazione potete visitare Laxemburg . Si trova a 30 minuti in auto da Vienna o un ora con i mezzi.

Domenica sera Opera notturna

Alcune centinaia di persone si mettono in fila per acquistare i biglietti più economici per assistere allo spettacolo della famosa e premiata Opera di Stato di Vienna. Per 3 euro promette un’aspettativa così speciale che vale la pena restare in piedi per 3 ore. La maggior parte di coloro che sono interessati sono turisti, stranieri che parlano lingue diverse: russo, cinese, giapponese, francese, spagnolo … la maggior parte entra spingendo attraverso la porta che conduce alla biglietteria. Tutti vogliono ottenere la migliore posizione per vedere lo spettacolo, ma soprattutto per fare buone foto. Dopo un’attesa in linea, i progressi sono fatti. Siamo riusciti ad acquistare i biglietti “Parterre” quasi davanti al palco. Il contrasto tra i turisti in jeans e tennis con i costumi di gala e gli abiti è una distinzione di quelli che salgono le scale verso i balconi e quelli che combattono sui siti in piedi nella galleria. Una volta che l’orchestra è sintonizzata, le luci sono spente. Con il passare dei minuti, l’illusione dello spettacolo si sta trasformando in noia in stile moderno. “Questa non è un’opera,” sussurrano tutti. È una di quelle opere moderne, in cui la musica è terrorizzante, e i suoni fanno rizzare i capelli, con immagini incomprensibili, palchi che girano e soprani che urlano. Dieci minuti più tardi, iniziano a svuotare le gallerie, i balconi, in una corsa di persone preoccupate. Un ora e 30 minuti si sentono eterni, finché alla fine decido di abbandonare la sfida di comprendere quella che chiamano “arte moderna”.

Lezione: scegliendo lo spettacolo giusto sicuramente il risultato sarà differente.

I fiocchi di neve! Sapete come sono?

Alcuni hanno passato decenni a studiare e fotografare i fiocchi di neve. Un fiocco di neve può essere formato da cento delicati cristalli di ghiaccio in una varietà di bei disegni. La loro illimitata varietà è qualcosa di leggendario c’è chi dice che non se ne possono trovare due uguali. Esiste uno studioso cha ha esaminato e fotografato al microscopio fiocchi di neve per più di 40 anni senza mai trovarne due esattamente uguali. E anche se, caso raro, due sembrassero identici, renderebbe questo meno meravigliosa la varietà dei fiocchi di neve?

Tra le cose più affascinanti trovo il fatto che l’uomo con i suoi passi da gigante con la scienza e tecnologia non riesce ad avere ancora idee molto chiare sulla natura e l’origine della solidificazione delle goccioline d’acqua presenti nelle nuvole! Per scoprire le meraviglie del nostro pianeta terra avremmo bisogno dell’eternità!

Cesnakova polevka

Sicuramente in questi giorni tra i mercati di Vienna avete avuto l’opportunità di prendere una zuppa nel pane o con aglio o vegana. Beh devo dire che la zuppa nel pane è una bella idea che ho scoperto qui nel centro europa. La prima volta che l’ho provata è stato in Bratislava ed è proprio questa della foto.

L’ indimenticabile zuppa d’aglio slovacca o Cesnakova polevka. Un sapore di formaggio sciolto con aglio incredibile al costo di soli 2,50 €

Sinceramente non è ho provate altre uguali vi consiglio di visitare Bratislava anche solo per questo.

Orario preferito!

Qual è il vostro orario preferito per frequentare il corso DeutschAkademie?

La maggioranza preferisce le 11:45-14:45, si ha la possibilità di alzarsi più tardi o sbrigare delle cose nella mattinata e nello stesso tempo si ha tutto il pomeriggio libero. Però ci sono molti che per questione di lavoro o impegni familiari scelgono altre fasce orarie.

La mia opinione?

Beh sicuramente dipende dalle nostre abitudini, c’è chi è più lucido di mattina e chi riesce mettere in ordine le rotelle solo dopo varie ore che si è svegli.

Personalmente ho trovato molto produttivo per il mio stile di vita e le mie abitudini la fascia oraria delle 11:45-14:45. Mi permette di fare cose la mattina come cucinare o spesa ma la cosa interessante è che ho più energie per andare in palestra cosa che dopo 3 ore di studio mi restebbe molto difficile. Ovviamente c’è chi diversamente da me dopo 3 ore di studio ha bisogno di scaricarsi in palestra. Ognuno è fatto in maniera diversa ma sicuramente a tutti fa bene avere una buona attività fisica e non abbiamo scuse per non andare in palestra visto che ce la propongono quasi dentro la metro.

Sternzeichen

Voglio consigliare questo ristorante che potete trovare a Wien Mitte.

Sono rimasto sorpreso come si mangia bene in questa tipologia di ristoranti a Vienna perché vi assicuro che in altre nazioni a volte non ci si può avvicinare ne per la pulizia e ne per la qualità.

Invece posso dire che ogni volta ci torno volentieri per il rapporto qualità prezzo, il servizio veloce, i vari tipi di salsa che ci sono , i piatti abbondanti .

In questo ristorante i miei piatti preferiti sono con il pesce e salsa teriyaki.

Tiramisù

Il tiramisù è uno dei dolci che più amo e un classico della cucina italiana.

Però ho sempre avuto timore di prepararlo, perché è importante avere uova fresche per non avere problemi con lo stomaco o addirittura salmonella.

Ma non mi ero mai deciso a fare un tiramisù senza uovo! E se poi fosse uscito male?

A correre il rischio è stata mia moglie.

Ha optato per una versione del tiramisù senza uova, i savoiardi tuffati nel caffè ristretto zuccherato con una morbida crema al mascarpone, latte condensato e panna montata. Ad ogni assaggio verrete conquistati dalla cremosità irresistibile e dalla piacevole dolcezza del tiramisù senza uova. Potrete aggiungere gocce di cioccolato tra gli strati per creare una deliziosa nota croccante. Mia moglie ha deciso di aggiungere dei biscotti chiamati Amarettini che troverete al SPAR. Vi assicuro è delizioso.

Dicembre in compagnia

Ho sempre considerato l’inverno uno di quei periodi dove si può studiare di più e dove si possono vedere più film, più tempo sotto le coperte e più tempo con i parenti!

Quest’anno lo sto vivendo in maniera un po’ diversa e tra le tante cose sto riscoprendo la passione per i giochi da tavola.

Ho trovato molto divertente e anche un metodo per imparare nuove parole in tedesco giochi dove si possono mimare frasi o parole o anche disegnare.

Ma tra le scoperte di quest’anno ho trovato interessantissimo Zum um Zum. L’ho trovato simile a Risiko però con altre strategie molto interessanti.

Caro Dicembre

Eh si questo inizio dicembre non è stato un caro amico, con caro dicembre mi riferisco a un mese di molte spese. Ma sono stato felice di aver trovato negozi che mi hanno aiutato nel poter comprare qualcosa in più e altri che mi hanno offerto abbigliamento per proteggermi dal freddo fino a -20. Sicuramente non è una delle esperienze migliori e non molto consigliabile trasferirsi in pieno inverno qui. Ho trovato utile venire nel periodo estivo e potermi abituare poco a poco a tante cose e soprattutto alle temperature sotto lo 0.

Mi sono trovato molto bene nel centro commerciale Shopping City Sud come vedete dalla foto e se andrete con i mezzi di trasporto vi renderete conto che tanti altri la pensano come me.

Car sharing

Li avete mai usati?

Se non a Vienna sicuramente in altre città.

Sinceramente a Vienna li ho trovati poco pratici visto che i mezzi pubblici sono molto efficenti.

Però se non avete un mezzo di trasporto e avete un emergenza potete usarli registrandovi sul loro sito e con un applicazione apposita potete usare il vostro motorino o macchina e andare dove volete. Ricordate di parcheggiare nella zona entro i confini stabiliti per la città dove vi trovate, rispettate limiti e comunque parcheggiare secondo le regole della città.

Qualche giorno fa ho notato che alcune compagnie chiedono una somma di iniziale che va da i 9 fino ai 35 euro che però potete risparmiarvi se avete un abbonamento annuale a Vienna.

La cosa più divertente è che non vi servirà la chiave. La chiave di accensione sarà il pulsante che troverete nel display del vostro cellulare!